Storia sociale dei gatti

Storia sociale dei gatti
  
Storia sociale dei gatti
Autore:  Rogers Katharine M.  
Traduttore:   D´Amico Margherita
Editore:  Bollati Boringhieri
Genere: Storia
Collana: Nuova cultura
Anno: 2009
EAN: 9788833919393
Pagine 205 - 13x19 - brossura - ill.ni a colori
Disponibilità : momentaneamente NON disponibile
Prezzo copertina: € 16,00     Sconto: 50%
Prezzo: € 8,00 Risparmio: € 8,00

Descrizione

Storia sociale dei gatti data l´esordio della relazione tra l´uomo e il gatto a partire dal primo felino addomesticato nell´Egitto del 2000 a. C., dove il gatto godeva di uno status estremamente elevato, e ne ripercorre la storia attraverso i secoli: dal suo utilitario impiego come cacciatore di roditori alla graduale accettazione come incantevole e amabile animale di compagnia, fino al rango di inquilino domestico alla pari col cane. Le prime notizie sui gatti si sono diffuse in Egitto. Da lì l´animale avrebbe raggiunto l´isola britannica nel iv secolo a. C. e il Giappone all´incirca nel vii secolo. Il gatto fu immediatamente apprezzato in Giappone, mentre in Occidente era visto, nella migliore delle ipotesi, come una creatura inoffensiva e necessaria, e nella peggiore era facile bersaglio di intenzioni malevole. Finalmente, nella Francia tardo-settecentesca, una consorteria aristocratica iniziò a sfoggiare con orgoglio il gatto come animale di compagnia. Nel xviii e xix secolo esso iniziò a essere apprezzato in tutte le classi sociali, e oggi in Occidente, tra le mura domestiche, il numero dei gatti supera di gran lunga quello dei cani.

   Avvisatemi quando il libro è tornato disponibile

Altri libri di Storia

Togliatti e il dopo Stalin
12,39€  8,67€
Cavallo pazzo e Custer
Cavallo pazzo e Custer
Ambrose Stephen E.
9,70€  6,79€
Americani
Americani
Pasolini Zanelli Alberto
16,53€  8,27€
Arduino
Arduino
Milani Mino
13,50€  9,45€
San Siro
45,00€  22,50€